LABIRINTI IN RE


Non è facile abbandonare
quel giardino di ricordi e foglie morte

Alberi sospesi
con radici addormentate
senza essere sorretti da un’idea

Giri su te stesso
ed il sangue che dipinge
sul sorriso
il tuo disprezzo

e il suo sapore
è dolce più del miele

Quel cancello alle tue spalle
spinge in labirinti in Re

Regina assente a corte
nessun giullare che strimpella saltellando

Solo le nostre mani
che accarezzano l’astratto

Contrassegnato da tag , , , , , , , ,

Vuoi ScatenareLaTuaMente ??? ... "Chiacchiera" un po' con me ... :D

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: